diritti,  informative

PERMESSO DI SOGGIORNO LAVORATORI – Informazioni preliminari e avvertenze

🇬🇧Attached document in English 🇫🇷Document en français attaché 🇪🇸Documento en español adjunto
🔴🔴 PERMESSO DI SOGGIORNO LAVORATORI
(Decreto del 13 Maggio 2020) INFORMAZIONI PRELIMINARI E AVVERTENZE
Il 13 maggio 2020 il Governo ha approvato una procedura che permette di ottenere un permesso di soggiorno a chi lavora o dimostra di aver lavorato in agricoltura, zootecnia, acquacoltura e connessi e per colf e badanti.

🔴 CHI PUO’ PRESENTARE LA DOMANDA?
1) Il DATORE DI LAVORO
può fare richiesta allo SPORTELLO UNICO IMMIGRAZIONE della PREFETTURA
per il cittadino straniero FOTOSEGNALATO prima dell’8 Marzo 2020
2) Il CITTADINO STRANIERO,
in Italia prima dell’8 Marzo 2020, con PDS scaduto dopo il 31Ottobre 2019 (NON CONVERTITO, NON RINNOVATO) che abbia già lavorato nei settori descritti

🔴 Il decreto legge NON è ancora pubblicato e finché non uscirà il testo ufficiale nulla è certo. Dopo la pubblicazione del decreto (prevista per oggi) è necessario aspettare 10 giorni perché con un altro decreto siano date istruzioni precise su come presentare domanda.
Le domande possono essere presentate dal 1 giugno al 15 luglio. NON VINCE IL PERMESSO CHI ARRIVA PRIMA!
La “sanatoria” proposta dal governo ha immediatamente generato una corsa all’informazione e messo già all’opera profittatori pronti a truffare e chiedere soldi per dare qualche info e promettere regolarizzazioni fittizie.
⚠️ NON FATEVI FREGARE, MANTENETE LA CALMA E L’INTELLIGENZA E SOPRATTUTTO NON FIDATEVI DI CHI VI PROPONE CONTRATTI FALSI O A PAGAMENTO IN AGRICOLTURA E COME COLF-BADANTI.
📎Alleghiamo l’informativa preliminare in italiano, inglese, francese, spagnolo. Sul nostro sito a breve sarà disponibile anche in arabo e in formato audio in altre lingue.
Abbiamo previsto per mercoledì 20 maggio alle 19:00 un incontro online con mediatori interpreti di diverse lingue per approfondimenti.
PER MAGGIORI INFORMAZIONI, scriveteci:
💬WhatsApp +393519724253
📧MAIL info@pensaremigrante.org

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *