campagne,  diritti

Pensare Migrante a Foggia, Border Camp dal 1 al 15 agosto

Supporto legale ai braccianti, monitoraggio degli esclusi dalla “sanatoria”. Sostienici!
Come ogni anno, con l’inizio della stagione estiva di raccolta, dalle varie città d’Italia migliaia di persone raggiungono la provincia di Foggia alla ricerca di un’occupazione, per quanto precaria, nelle sue campagne. Tra queste, molte delle persone seguite dal nostro gruppo legale, si trovano ora nei vari insediamenti informali della provincia, costretti ad accettare una paga di pochi euro all’ora piuttosto che rimanere a Roma senza alcuna fonte di reddito, una condizione resa ancor più drammatica dalle conseguenze socio economiche della pandemia. I tempi per accedere alla “sanatoria” stringono e sono ancora tante le persone che potrebbero provare a beneficiarne, ma non hanno informazioni e strumenti per avviare la procedura. Molti rimangono i dubbi, che nascono da informazioni confuse e fuorvianti e da un testo di legge carico di contraddizioni.
Per questo nelle prime due settimane di agosto saremo a Foggia e negli insediamenti informali circostanti, per offrire supporto nell’accesso alla sanatoria e per monitorare quanti ne sono rimasti esclusi, nonostante avrebbero tutto il diritto di accedervi.
Dal primo al 15 agosto ci occuperemo di:
🔴 informare sulle possibilità di accesso alla regolarizzazione;
🔴 supportare nella presentazione delle domande (compilazione dei kit, controllo fotocopie documentazione, etc.)
🔴 monitorare delle domande presentate e degli esclusi.
Per portare avanti queste attività, abbiamo bisogno del tuo supporto.
Le spese principali saranno per gli spostamenti necessari a raggiungere gli insediamenti informali in provincia di Foggia e per il materiale di cancelleria, sia informativo che funzionale alla presentazione delle domande.
Nonostante tutti i limiti di questa sanatoria, il comma 2 offre la possibilità di aprire uno spazio di contrattazione per coloro che non hanno molte altre strade a disposizione per la regolarizzazione della propria posizione sul territorio italiano.
Per questo motivo è fondamentale che l’azione non si limiti al supporto nella presentazione delle domande, ma che continui nei mesi a seguire monitorando i singoli casi, e offrendo anche orientamento e supporto, in collaborazione con le realtà del territorio, per la presentazione dei ricorsi ove necessario.
Sostienici con una donazione!
Beneficiario: Diritti in Movimento
IBAN: IT79Y0538705074000035190021
Causale: Donazione Supporto Legale Pensare Migrante
Paypal: www.paypal.com/paypalme/pensaremigrante

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *