denunce,  diritti,  eventi

#EndSARS End police brutality in Nigeria

La violenza della polizia sui civili è un problema internazionale. Quello che sta accadendo in Nigeria è un caso emblematico: il corpo speciale #SARS ‘Special Anti-Robbery Squad’, nato per tutelare la cittadinanza da furti e borseggi, è diventato un incubo per tutte e tutti. Nessuno in Nigeria si è sentito tutelato, protetto, ma anzi si è sentito minacciato.
Ad infiammare le piazze, anche in questa occasione come per il movimento #BlackLivesMatter, è stato il video di un ragazzo ucciso dalla polizia il 3 ottobre. Le proteste sono state immediate e hanno unito in modo trasversale tutti i cittadini.
Una risposta forte dal basso, che va avanti da 3 anni e non si è fermata nonostante uccisioni, torture, incarcerazioni e che ha portato il Governo nigeriano a sciogliere il corpo speciale, ma non a porre fine alle violenze delle forze armate: la risposta alle proteste, purtroppo, è stata durissima.
Dalla resistenza civile nigeriana c’è tanto da imparare e stiamo cercando di organizzare nei prossimi giorni un incontro con testimoni della protesta per capire cosa sta accadendo e quali risvolti avranno le proteste oltre lo scioglimento dei SARS.
Per ora non possiamo che unirci al grido “End police brutality in Nigeria” ” End police brutality around the world”
In foto Aisha Yusuf, attivista femminista, divenuta simbolo delle proteste contro le violenze della polizia e per la libertà.
 
 

Aggiornamento 19/10/2020

E’ in corso una protesta spontanea e molto partecipata davanti all’ambasciata nigeriana a Roma, le persone gridano #endSars #wealthcare #nocorruption #passportissue in #Nigeria e chiedono interlocuzione con l’ambasciatore per far sentire la loro voce nonostante la distanza.
I nigeriani sono stanchi di vedere la loro terra martoriata dalla corruzione, anche solo per il rilascio del passaporto, le loro vite minacciate, sono stanchi di essere costretti a lasciare la loro casa, di finire nelle reti dello sfruttamento e stanno dando a tutte e tutti noi una dimostrazione di partecipazione importante.
Condividiamo, mostriamo il nostro sostegno, partecipiamo!
Video di O.G. Per Pensare Migrante

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *